Tunnel di nuvole e diavoli verdi

Notte scuraIn questo periodo, andare a far visita alla Libera Università del Cinema, si rischia di scontrarsi con una montagna su cui sorge un tempio, o perdersi tra delle colonne enormi che sorgono dai prati, di infilarsi in un tunnel di nuvole o di incontrare diavoli coloratissimi e minacciosi o semidei grondanti sangue.

La Libera Università del Cinema di Roma, come ogni anno, ha dato avvio alla realizzazione dei corti degli allievi iscritti al corso di regia. Il primo si intitola "Cronache Mitologiche" ed è scritto e diretto da Sergio Aussello, un giovane argentino che l'altro anno ha vinto il premio Playthelab della Nokia-Mikado con la realizzazione di un corto con il telefonino.

E' una esperienza nuova per gli allievi di quest'anno, quella di costruire scene. Fino ad ora si erano preoccupati di scegliere i luoghi delle riprese, di dipingere qualche parete, di arredare. Quest'anno invece, data l'approvazione di un soggetto mitologico, hanno costruito sotto la direzione della scenografa Elena Ricci Poccetto che è bravissima e da sempre sulla breccia. Per i curiosi è anche madre dell'attrice Elena Sofia Ricci.Il diavolo verde

Hanno girato di notte perché questo prevedeva il copione. Una notte in cui Ade fuoriesce dall'inferno per rapire Athena, la dea della terra, e ha visto arrivare anche la volante dei carabinieri pronti a proteggere persino i semidei.

Sergio Aussello dirige con maestria Anna Masullo, Giulio Forges e la banda de "L'Era del Caos" di Manuele Turris, e si destreggia tra cavalieri vestiti di coraggio e diavoli terrificanti, il tutto guardato con indifferenza da Zeus che parcheggia nelle nuvole.

"Non è strano per una scuola realizzare un, diciamo colossal ?"
"Più che strano, è assurdo" conviene Sofia Scandurra mentre segue la lavorazione attenta che gli allievi non si brucino con le spade di fuoco e non si taglino con le lame lucenti. "Ma abbiamo deciso di realizzarlo perché la fantasia di Sergio Aussello, che secondo me ha un vero talento registico, va premiata e va anche premiato il suo senso imprenditoriale, infatti è stato lui a coinvolgere chi si diverte nel 2007 a lottare in vere e proprie battaglie medievali, a chi lavora sputando fuoco, a chi si traveste colorandosi il corpo."
Effetti speciali"Sono certa che non ci pentiremo perché costruire questo set è stata per i ragazzi una esercitazione rara, e poi l'entusiasmo con cui hanno affrontato la scenografia grazie anche alla presenza di Moreno Alessi, che essendo un ottimo artista artigiano, ha insegnato loro come materialmente portare avanti il lavoro, è stato totalmente appagante."

Il secondo corto si intitola "p greco = 3, 14" di Moreno Alessi, è stato girato nelle strade vicine alla sede della scuola;
Il terzo, "Scoop" di Dario Nicosia e "Aurora boreale in bianco e nero" di Cristian di Croce che prevedevano storie di incidenti stradali.

Solamente grazie alla "protezione" e alla complicità del Comune di San Cesareo è stato possibile realizzare questi nuovi tre corti con la necessaria alchimia per ottenere ottimi lavori, che uniti ai cinque che verranno girati da settembre a dicembre saranno la vetrina del 2007 della Libera Università del Cinema.

Gianna Paola Scaffidi, Barbato de Stefano, già noti nel mondo dello spettacolo, e Sara e Diletta Minna, due giovanissime bellezze locali, hanno fatto parte dei cast dei film, ricchi di idee e di bellissimi paesaggi, di bravi attori e di tutto quanto è necessario affinché neoregisti, operatori, datori delle luci, fonici e scenografi e costumisti escano in luce.





scuola di cinema




Università del Cinema - Via di Casa Romana 42 - 00030 San Cesareo (RM)
Tel. 06 958 7794 - 349 712 3993 - 

Tutti i diritti riservati - Università del Cinema e Valeria Vernon - ©2005-2013
fare cinema all'Università del Cinema: formazione professionale, corsi e stage per il cinema, la regia, la fotografia, il montaggio e la produzione
Valid HTML 4.01 Transitional
Valid CSS